.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

24 aprile 2017

Italia in piena ripresa!

Italia in piena ripresa!

Mentre l’italia siamo nel pieno di un “narrato” sviluppo,  Sua eccellenza Gentiloni è rientrato dalla sua vacanza americana e oltre a portarci prodotti made in “Autarchia Trump”,  non ci fa sapere che ha deciso per l'ammodernamento delle bombe nucleari presenti nel nostro paese visto http://espresso.repubblica.it/attualita/2016/01/20/news/ecco-la-nuova-bomba-h-che-arrivera-in-italia-1.247276  I vecchi modelli di bombe atomiche presenti sul nostro territorio sono ormai superati dai nuovi modelli più $ funzionali ed efficienti, certo costano ma faranno anche fruttare belle tangenti. 
Oltre a questi successi internazionali che  ci regala la grande capacità del PD, resta il successo che sta avendo Milano, città che ha già dichiarato per l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) il suo  spostamento da Londra a Milano con l’operazione guidata dalla imprenditorialità di Comunione e Liberazione e sotto la santa benedizione di Sua eccellenza. 
Momentaneamente l’intelligenza di questa leadership milanese  da  Bruxelles, con  l’EMA insieme a capi delle agenzie per i medicinali (HMA) ha istituito una task force presieduta dal Danish Medicines Agency e EMA composta da personale esperto da farmaci agenzie di regolamentazione nel SEE. I loro sforzi saranno supportati da esperti esterni in grande analisi di raccolta dei dati su come si possono utilizzare Big Data per sostenere la ricerca, per fornire raccomandazioni per l'uso di dati di grandi dimensioni nella valutazione dei farmaci e per studiare come farmaci regolatori nello Spazio economico europeo (SEE). L'innovazione e lo sviluppo dei farmaci al fine di beneficiare la salute umana e animale attuando una serie di azioni per i prossimi 18 mesi, come esplorare il potenziale applicabilità e l'impatto dei grandi dati sulla regolamentazione farmaci e lo sviluppo di raccomandazioni sulle modifiche necessarie alla legislazione, linee guida legislative o disposizioni di sicurezza dei dati, e collaborazione con altre autorità di regolamentazione e partner al di fuori del SEE prendendo in considerazione le loro intuizioni su grandi iniziative di dati provenienti da cartelle cliniche elettroniche da milioni di pazienti, la genomica, social media, studi clinici o segnalazioni spontanee di reazioni avverse, volume di dati che ha il potenziale per contribuire in modo significativo sul modo in cui i benefici e i rischi di farmaci sono valutati nel corso intero ciclo di vita. 
Ricordiamo che a detta dei mass media locali l'agenzia  EMA dovrebbe trasferirsi a Milano sotto l'egida del Cardinale Scola, Sua eccellenza Maroni  e compagni di merenda CL e tutti  potremmo giustamente beneficiare di guarigioni miracolose attraverso la somministrazione controllata dei farmaci,  evento che dopo il miracolo del bel tempo a Milano riporterebbe tutto nella giusta dimensione. http://www.ema.europa.eu/ema/index.jsp?curl=pages/audience/alp_audiencetype_000004.jsp&mid=
Non dimentichiamo comunque che Milano sta andando sempre meglio e si pone al vertice delle esposizioni mondiali surclassando tutti, sia per la preparazione che per la penetrazione innovativa (alcuni suggeriscono anale) che pone la città ai vertici dell’intelligenza mondiale “mettendo in ombra” esposizioni come quella aperta oggi ad Hannover presso l'Hannover Congress Centrum (HCC) la più importante fiera industriale del mondo con 6.500 espositori provenienti da 70 nazioni  che presenteranno le tecnologie per le fabbriche del futuro e sistemi energetici,  una vetrina tecnologia industriale  indirizzata all’Industria integrata -” Creazione di Valore" http://www.hannovermesse.de/home.
Basta guardarne i contenuti e i mass media locali Italiani per rendersi conto che le nostre fiere non solo sono  meglio ma hanno la possibilità di far arricchire attraverso la tecnica ormai consolidata della corruzione, la non trasparenza in un sistema a ciclo chiuso dove la stessa trasparenza non offre la possibilità di avere codici scritti commentati e analisi collegate al fine di far comprendere, una struttura che permette l'applicazione di mafia, ndrangheta e vari intrallazzi sicuri,  con il supporto millenario del perdono del Vaticano a cui si deve questa opportunità di business unico  di eccellenza. 


.



n.b: ovvio che quanto scritto rappresenta lo scherno per il sistema dei media Italiani, ma poiché le notizie dei mass media locali si avvicinano sempre più a questo tipo di farneticazione vi avvisiamo di non prendere seriamente quanto scritto ma cercare di ragionare con la vostra testa, internet ve ne dà ancora la possibilità!. Grazie.

14 febbraio 2017

"Voce del verbo Partecipare" ?

Comune di Milano.

"Voce del verbo Partecipare" ? Trasformazione che dovrebbe avere come luogo comune il successo.


Il 9 febbraio , il processo decisionale  del Comune di Milano “InformaMi”,  con il supporto di   eventbrite,  ha comunicato ai cittadini l'invito ad una importante iniziatica  onboarding  (...) , riferita alla partecipazione dei cittadini alla “cosa pubblica”.
Questo l'invito:
"Voce del verbo Partecipare", giovedì il forum dell'innovazione aperto ai cittadini
Si svolgerà giovedì 9 febbraio dalle 10.30 alle 17.45 presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale l'iniziativa Voce del verbo Partecipare, quinto appuntamento del forum itinerante promosso dal circuito comuninnovano. Sei i tavoli di lavoro aperti ai cittadini: Democrazia diretta e regole, Bilanci partecipativi, Co-progettazione e rigenerazione spazi urbani, Mediazione ambientale e débat public, Patti collaborativi, social street, e uso condiviso dei beni comuni e I luoghi della partecipazione, impresa e community hub. “

Peccato che la possibilità di partecipazione è stata  comunicata ai cittadini solo 48 ore prima e visto il poco tempo per l’ottimizzazione con  i precedenti  impegni, per molti è stata impedita.  
Purtroppo vi è anche da notare che la stessa comunicazione  presentava  degli ostacoli alcune barriere architettoniche web  virtuali,  necessarie per una  agevole navigazione e comprensione necessaria  per sviluppare le  funzioni obiettivo dell’incontro partecipativo. Abbiamo pensato "forse" ad una applicazione di  swarm intelligenze, certo sarebbe interessante capire l'analisi dell'algoritmo, " forse" una selezione in base alla Regola di Hamilton, non si sa!. Questo già è grave per una Città che si dipinge evoluta.

Uno sguardo superficiale agli interventi che si sono potuti seguire.
L’ insufficienza  che è  emersa in  molti interventi  è stata evidente ed elementare,  in altri invece è stata eccellenza  in contrappunto.  
Purtroppo in noi il senso di delusione e perplessità alla fine è prevalso .

Entrando nel merito, la proiezione storica  riferita alla partecipazione Democratica dei Cittadini è stata ignorante attribuendola  direttamente all’ex Presidente US si sono deviati i meriti, poiché ben si sa che la scintilla è partita da alcuni paesi Europei.  Una elementare riflessione su questa esposizione necessita visto che buona parte dei soldi per questa manifestazione  provengono dalla  EU.  E' opportuno far notare l'errata esposizione fatta in buona fede è ignoranza, lobbismo, semplice manipolazione, resta indubbiamente un fatto ingiustificabile.

Un altro intervento  indicativo,  riguarda la ricerca fatta tramite i social media  dal Sindaco Sala in fase pre-elettorale, per tutte le 49 zone di Milano. Esperienza  che si vorrebbe far continuare pur restando  una analisi allo scopo di attuare dei  processi decisionali non partecipati dai Cittadini e, mancando della elementare trasparenza necessaria allo scopo.  
Nel caso del Sindaco la  ricerca è servita per la propria elezione,  purtroppo manca di condivisione,  di trasparenza  gestionale,  di trasparenza del finanziamento,  di scopi e fini, facendo così a venir mancare  elementi strategici alla interpretazione pubblica,  che restano e sono in esclusiva dell'establishment attuale.

Altri interventi  hanno indicato la predisposizione ad un indirizzo generale  nel  voler scolarizzare i cittadini analfabeti che ancora non usano o non sanno usare il Web dimenticando di accennare alla discriminazione di cui ne sono vittime. 
Ci auguriamo che non  si voglia ripetere lontanamente la strategia  “del giro corsi ” già tristemente noti con finanziamenti non controllatati e fonte a sostegno della “bolla dell’ignoranza” . 
Questo sospetto nasce poiché negli interventi è  stato dimenticato  che già da diversi anni siamo nella importantissima rivoluzione dell’apprendimento educazione   cosi tanto da far mancare nei servizi ai cittadini la condivisione logica più semplice. Eppure il pensiero costruttivo indica nella  convinzione che la parsimonia o il rasoio di Occam, sia la spiegazione ottimale per tutto, che gli schemi semplici sono preferibili  a quelli più complessi  perché sono più controllabili,  così più adatti alla trasparenza condivisa. 
Invece si esasperano i Cittadini con programmi sostenuti da fantasiosi strategici comportamenti anti-rasoio.
Impossibile dimenticare, come è avvenuto,  che  ci  sono nuovi metodi che forniscono aiuto alla interpretabilità,  così come a superare l'incertezza. 
Questo ha  fatto sorgere il concepibile dubbio che  l’ establishment   sfrutti la buona probabilità che la massa può essere addestrata per generare una spiegazione di una previsione,  così da usare una intelligenza assistita negandola ad altri. 
Questo produce e mantiene  un sistema  in cui vengono ostacolati  e non sono indicati i fattori semplicità, interazione,  profondità della trasparenza.
Come già avviene manca l’ indirizzo alla semplificazione necessaria a rendere praticabile le informazioni pubblicate sul web a tutti  i cittadini dal livello elementare e l'interazione con  assistenti virtuali con un  l'approccio riduzionista di A.I.  che risolve i "problemi giocattolo" e necessario alle "macchine comprensione". 
Informazioni strategiche per l’intelligenza biologica collettiva come  la trasparenza  e la sua  profondità accessibile al pubblico  sono attualmente negate,  questo preclude  l’interattività necessaria alla presa di cognizione responsabile. 
Il  livello,  la partecipazione critica,  non sono stati argomenti presi in considerazione nei vari interventi eppure sono indicati anche dai  riduzionisti  nella:  ottimalità (la migliore risposta), completezza (tutte le risposte e loro profondità o trasparenza ), ripetibilità (stesse risposte ogni volta tendenti ad un valore invariabile sua nella variabiliità), parsimonia (non sprecare risorse dirette e indirette), Trasparenza del Processo (capire come la risposta era arrivata ), Scrutability (siamo in grado di capire la risposta stessa).

Forse è stato il nostro  modo errato di immaginare  che l'incontro  proponesse  ciò che indicava.  Invece è sembrata  una sorta di formazione strategica di una élite di fanteria  gestita dall’establishment,  il quale ben nascosto  si espone solo in parte  poiché non conosce quali sono i limiti degli approcci "AI" che impediscono di diventare la base per AGI,  esistente un sistema in grado di risolvere qualsiasi problema in qualsiasi dominio del problema e che è un passo importante sulla strada per l'indipendenza da modelli umani politico imposti locali.

Alcune nostre considerazioni.
 Comprendiamo che  la  tendenza naturale di attualizzare la cultura generale in modo semplice e partecipativo quale forma di Democrazia è qualcosa di troppo nuovo e volatile, ma resta  essenzialmente una tecnologia per la fiducia.  
Aspetta e vedrai è l'approccio sicuro per la maggior parte tutti,  che per noi milanesi ricorda  il “Tirem Inanz (tiriamo avanti)” .  E se pur questo è certamente un approccio ragionevole   si tratta di una strategia molto rischiosa.
L'ignoranza può essere felicità, ma se un'altra società mangia il vostro pranzo può significare l'estinzione, pertanto è nostra opinione che l’ establishment  non possa pensare e insistere in una strategia del supportare e creare  la bolla dell’ignoranza,  anche perché lo scoppio  è vicino e segnali  forti ed emergono  anche da  spettacoli di grande audience, come San Remo  che da contenitore diventa contenuto,  indicando il riflesso dai giovani  dalle banlieue  come l’attuale periodo buio.  
Il consenso generale, la cultura collettiva. Necessita l’intelligenza biologica generale che userà sempre più A.I.,  il compito dell’indirizzo politico è come e con quale scopo ma sopratutto deve essere senza inganno.

Certo, alcune  eccellenze  sono emerse  e se estrapolate dal contesto viziato è stato un piacere ascoltarle e condividerle.  In questo momento molto sperimentale  nel quale stiamo  imparando a caratterizzare  mancano dei  ricercatori e i pochi sono impediti conseguentemente  alla paura che ha lo stesso  establishment che sa di essere  già parzialmente analizzato. Penalizzare i  ricercatori che utilizzando la loro intuizione, le ipotesi plausibili e che sono in grado di costruire modelli estremamente migliori intuiti dalla capacita critica collettiva e da irresponsabili.  In altre parole, nessuno ferma il lavoro aspettando una teoria migliore. 

-MM-@live.it


14 ottobre 2016

La non diffusione di Internet e la lenta connessione che alimenta disuguaglianza.

La non diffusione di Internet e la lenta connessione che alimenta disuguaglianza.



Se vogliamo che i nostri figli possano partecipare concretamente nel 21 ° secolo, nulla è più importante di  dare a tutti la migliore formazione possibile - dal giorno in cui iniziano in età prescolare al giorno in cui iniziano la loro carriera, una cultura diffusa e non solo privilegio dei soliti fortunati a discapito di altri.
I governi avrebbero dovuto e dovrebbero fare gli interessi di tutto il popolo, visto che da esso sono anche pagati, nei fatti questo non avviene,  come per internet intralciato nella sua evoluzione dalla RAI base dell'educazione mediatica Italiana che ha coperto sin la maggioranza assoluta dell'audience. Un ente di Stato che ha opposto la sua forza con scuse varie dalla audience alla incapacità intellettuale dei suoi dirigenti, una strategia che supportare la politica e, che sta ancora  ritardando e impedendo la necessità della conoscenza.
La necessità di aumentare la larghezza di banda in Italia viene taciuta, da anni promessa da ogni opportunista al potere approfittando della buona fede e ignoranza in cui i cittadini sono costretti.
Ormai è universalmente riconosciuto che anche la diffusione lenta di internet come la sua divulgazione e applicazione nelle scuole sia base per sostenere la disuguaglianza sociale.
Viviamo in un periodo del “chi me lo fa fa” o forse meglio pensare de " teniamoli nella ignoranza" quali strategie conservatrici,  in un sistema che ha indicato il periodo scolastico e degli studi limitato e,  una volta giunti al “titolo” laurea o diploma si interrompevano gli studi  poter lavorare.
Oggi siamo così mal messi  che nel centro di città come Milano non si raggiunge i 100 Mbt/s causa a un sistema internet obsoleto di Fastweb e chi oggi si rivolge alle nuove tecnologie di Vodafone con la sua capacità di portare 300/500 Mbt/s non riesce ad ottenerli  per problemi di linee esterne.
Il problema è come non riusciamo a migliorare, dal momento che la larghezza di banda crescere ogni anno.  I corsi di studi digitali sono in continua evoluzione. La realtà virtuale e aumentata e oggi viene già applicata ad esempio nelle  nascenti nelle scuole, ma presto sarà mainstream.
L'accesso a tali risorse richiede maggiore diffusione e cognizione, la larghezza di banda è necessaria a questa evoluzione  ed è il motivo per cui i distretti scolastici devono pianificare per il 50 per cento l'aumento della velocità ogni anno, come minimo.
Nulla è più importante di dare a tutti giovani la migliore formazione possibile - dal giorno in cui iniziano in età prescolare al giorno in cui iniziano la loro carriera.
Avere un accesso veloce della connessione nelle scuola può essere un punto di svolta, consentendo agli studenti una miriade di opportunità di istruzione. Con Internet abbastanza Veloce, Ggli studenti possono iscriversi on-line corsi o classi, ma questi purtroppo non sono quasi disponibili nelle loro scuole, o per esempio visitare i siti storici di fama mondiale attraverso classi virtuali.  Molte scuole Sono emarginate con i collegamenti che non possono far supportare un'esperienza completamente interattiva.
Una vera apertura verso una politica di evoluzione fornisce  le opportunità offerte dalla connessione internet ad alta velocità e le conoscenze e competenze per i lavori del futuro.  


Guardando  indietro in materia di accesso a banda larga della scuola allo stesso modo possiamo guardare sulla connessione internet.  Internet è un lusso. I pochi posti collegamenti spesso utilizzano ancora cavi telefonici per rimanere in contatto.
Oggi non conosciamo, ignoriamo quale  è la disponibilità della connessione internet di base in tutte le scuole e biblioteche.
Il Governo parla di trasparenza ma i siti del Potere mostrano il contrario  non riuscendo nemmeno ad informare i cittadini sulla realtà delle connessioni in ambito pubblico, ma tanto cosa serve i cittadini non sono stati informati sulla rilevanza della questione visto la malvagia e cinica mamma RAI è stata, ed è solo prodiga nelle comunicazione riguardante il Vaticano e l superstizioni varie, oltre ad imporre le tasse adatte al sostegno dell’esagerato benessere dei suoi fedeli.
In altri paesi, come anche come esempio l'america e non solo, la trasparenza viene fatta almeno sulle cose comuni come quella riguardante il futuro dei nostri figli. Siti come http://www.compareandconnectk12.org/  e altri siti che torniscono una idea generale della situazione internet nelle scuole, analizzate una per una.
La lentezza del governo e solo una scusa per impedire!
In Italia l’unica analisi è quella che riguarda cosa pensa il Papa e i suoi Cardinali un fatto che oltre al credere o non  credere è vergognoso e la lascia il popolo preda dell'ignoranza oltre al malaffare endemico.
Cosa ci vogliamo aspettarci  in paese dove il Parlamento e il sento non sono a riusciti a comparare i loro costi con quelli di altri Stati Europei?
VERGOGNA!






Wikileaks
CERCANDO DI NON DIMENTICARE:

Confrontando banda larga in Italia con gli altri paesi: Francesco Caio rapporto: Portare l'Italia verso la dirigenza Europea Nella banda larga: Considerazioni Sulle Opzioni di Politica Industriale 12 Mar 2009

Salvo diversa indicazione, il documento descritto qui:
  • È stato pubblicamente rivelato daWikileaks che lavorano con la nostra fonte.
  • È stato classificato, confidenziale, censurato o comunque trattenuto dal pubblico prima del rilascio.
  • È di significato politico, diplomatico, etico o storico.
Tutte le domande circa la veridicità di questo documento sono noti.
La sintesi è approvato dal comitato di redazione.
Vedi qui per una spiegazione dettagliata delle informazioni in questa pagina.
Se si dispone di materiale simile o aggiornata, vedere le nostre istruzioni per l'invio.
Data di rilascio
16 maggio 2009
sommario
Questo documento presenta il confidenziale "rapporto Caio" in adozione della banda larga in Italia e le sue prospettive future rispetto ad altri paesi. Il governo italiano dell'economia e della comunicazione del ministero incaricato l'ex capo di Cable & Wireless, Francesco Caio, a scrivere il rapporto. E 'stato consegnato il 12 marzo 2009 ed è stato tenuto segreto da allora.

Portare l'Italia verso la dirigenza Europea Nella banda larga
Considerazioni Sulle Opzioni di politica industriale
Presentazione Sulle Conclusioni del Progetto al Ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazioni

Il signor Caio precedenza era stato commissionato dal governo britannico di effettuare uno studio simile; tale studio è stato pubblicamente rilasciato dal governo britannico, poco dopo la sua consegna.
i contenuti di questo studio sono rilevanti per le comunità finanziarie internet e tutto il paese in quanto mette in luce la reale situazione delle infrastrutture italiane.
Il documento può essere verificate in modo indipendente con l'autore stesso che ora è un VP internazionale di Nomura Bank; con il signor Romani, ministro italiano delle Comunicazioni; con il signor Brunetta, ministro italiano per l'Innovazione.
La nostra fonte afferma che è trapelato in quanto è rilevante per le bollette regolamentazione di Internet proposto da adottare per il Parlamento italiano.
Scaricare
File | Torrent | Magnet
Ulteriori informazioni
Contesto
Italia
Burocrazia governativa)
Ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazioni
Lingua madre
dimensione del file in byte
3359634
informazioni sul tipo di file
documento PDF, versione 1.3
identità Cryptographic
SHA256 80a050ffe550beeee4e9da835ce6d23c3d8a02b7e351bc51aed5041070918516

Banda larga, Belpaese in ritardo "Un sogno per 12 italiani su 100"

May 19, 2009
By Alessandro Longo (La Repubblica)[1]
GLI ITALIANI esclusi dall'internet veloce sono il 12 per cento, ben più numerosi di quanto dicano le stime ufficiali (l'Adsl copre il 98 per cento della popolazione, secondo Telecom Italia). Sono infatti una finta banda larga quelle connessioni che vanno sotto il megabit al secondo. Ma non solo: le cosiddette Adsl velocissime, a 20 megabit, sono in molti casi un bluff visto che di rado superano i 10 megabit. Perciò bisogna intervenire subito, con un piano nazionale, altrimenti la situazione peggiorerà: servono 1,2-1,3 miliardi di euro per dare al 99 per cento della popolazione una banda larga almeno di 2 megabit, entro il 2011.
Queste e altre analisi, e dita puntate contro i problemi della banda larga italiana, sono presenti nel "Rapporto Caio": 105 pagine di slide pubblicate su Wikileaks. Un documento fino a pochi giorni fa riservato, letto solo da pochi addetti ai lavori vicini alle stanze del potere, ora è diventato disponibile a tutti gli utenti internet. Com'è noto, è un rapporto commissionato dal ministero dello Sviluppo Economico al superconsulente del governo, Francesco Caio. L'obiettivo è duplice: fotografare lo stato della banda larga italiana e proporre soluzioni per recuperare il divario con il resto d'Europa; o, almeno, per non farci accumulare ulteriore ritardo.
È il classico bilancio impietoso. Per Telecom Italia, saremmo a un passo dal completare la copertura banda larga nazionale. Per Caio, la percentuale ufficiale è gonfiata dalla presenza delle "Adsl anti digital divide", che vanno solo a 640 Kbps. Velocità che, secondo il consulente, è ormai inadeguata per apprezzare i servizi internet, da quelli dell'intrattenimento e della (video) comunicazione digitale a quelli utili della pubblica amministrazione. Il problema è che Telecom può offrire solo questo tipo di Adsl mignon nelle aree sprovviste di fibra ottica. E Telecom, al momento, non ha nessun piano di espansione per coprire queste zone con fibra ottica.
A ridurre la percentuale di chi è veramente coperto da banda larga, inoltre, ci sono anche quei casi di utenti dove in teoria arriva l'Adsl, ma in pratica funziona male, perché le risorse sono carenti o i doppini telefonici sono troppo lunghi o fatiscenti. È il caso, per esempio, del comune di Randazzo (Catania), che ha fatto un comitato di protesta per la lentezza Adsl, con cortei nelle strade e ora ha aperto anche un gruppo su Facebook.
Ecco perché Caio propone un piano per portare quasi ovunque i 2 megabit (velocità invece considerata adeguata), con finanziamenti pubblici, e un misto di tecnologie: non solo l'Adsl, che in certe zone è troppo costosa portarla o funziona male a causa dei doppini; ma anche il wireless: Hiperlan, Umts/Hspa, WiMax (e, per l'appunto, l'operatore siciliano Mandarin sta ora parlando con i cittadini di Randazzo per eventualmente coprire il comune con il segnale WiMax). Caio stima che degli 1,2-1,3 miliardi di euro, circa il 45 per cento sarebbero concentrati nelle regioni del Nord-Italia, circa 35 per cento nel Centro Italia e il restante 20 per cento nel Sud e Isole.
Deludenti anche le Adsl 20 Megabit che, a quanto si legge nel rapporto, in molti casi sono una falsa promessa: solo il 15-20 per cento ha davvero i 20 Megabit come velocità massima. Nel 60 per cento dei casi non supera i 10 Megabit. Il motivo è sempre nei doppini, troppo lunghi, perché l'utente è troppo lontano dalla centrale telefonica, il che incide sulla velocità della linea.
Ma, soprattutto in prospettiva, si pone anche un problema di saturazione delle risorse. La vecchia rete in rame ha bisogno insomma di un aggiornamento e infatti in tutta Europa ci sono piani per portare, almeno nelle principali città, la fibra ottica più vicina alle case o addirittura al loro interno. Il rapporto Caio esorta l'Italia a fare altrettanto, auspicando una sinergia di risorse pubbliche e private (gli investimenti Telecom in fibra sono stati rivisti al ribasso e non bastano a farci tenere il passo con l'Europa). Questa sfida per il futuro viene in un momento di congiuntura molto sfortunato, però; soprattutto per l'Italia: a causa dell'emergenza terremoto in Abruzzo, non sono stati ancora stanziati gli 800 milioni di euro di fondi che il governo aveva previsto di assegnare per la lotta al digital divide.
First seen in La Repubblica. Thanks to Alessandro Longo and La Repubblica for covering this document. Copyright remains with the aforementioned.

Source document:



Una bella lezione condivisa con Maria Mantello.
Sin ad oggi la scuola ha prodotto un  ritardo nell'entrata delle persone dei nostri giovani nell'era computazionale necessaria per la nostra evoluzione. 
Un ritardo ben imposto dagli interessi dei mass mefdia ma taciuti.  
Necessita una un immediata evoluzione per impedire che la disuguaglianza sociale aumenti relegando il popolo ad una sorta di sudditanza gestita da una classe dal sapere computazionale e una classe suddita ignorante.
Necessita immediatamente un piano per lo  sviluppo al fine di far accedere nell'era computazionale tutte le classi sociali e rispettare le opportunita che la stessa costituzione indica.







SAPERE AUDE!

27 settembre 2016

Cosa costo della vita di guida?

Pubblichiamo il seguente articolo pubblicato dal Glassdoor Economic Research, quale elemento di riflessione sulla valutazione del costo della vita considerando il contesto locale dove ogni individuo vive e lo pertanto lo schema economico politico. Questa analisi va considerata, a nostro avviso,  in un contesto nazionale chiuso rapportabile ad un contesto internazionale variabile. Il rapporto d'inserimento del lavoro dovrebbe garantire un benessere locale invece di livellarsi ad un contesto generico come attualmente avviene.

-----------------------------------------------

Cosa costo della vita di guida?

Con Eric Reed 26 settembre 2016 12:50
Ci sono due lati di ogni busta paga. Il primo è quanto si guadagna, una funzione spesso come gran parte di dove si vive come quello che fai per vivere.
Il secondo è fino a che punto quel dollaro può andare. Il potere d'acquisto è sia un affare altamente locale e incredibilmente importante. Le persone che vivono in comunità con un aumento dei costi della vita di risparmiare di meno perché più dei loro stipendi ottenere risucchiata dagli elementi essenziali.
Recentemente Glassdoor classificato tra i primi 25 città in cui Pay Goes la più lontana , che misura reddito mediano contro i prezzi delle case locali. Città sorprendenti come Detroit e Pittsburgh altamente classificato grazie a bassi costi di compensazione contro sempre più forte prendere casa pay. Queste non sono le città la maggioranza delle persone si aspettano di fare bene in uno studio misurazione della qualità della vita.
Eppure ci sono, insieme a Cleveland, St. Louis e molti altri come le città in cui le persone possono sentirsi molto più ricchi rispetto a destinazioni titolo come Boston e San Francisco. Mentre tutti sanno che le grandi città sono spesso costosi, ciò che è meno evidente è il motivo. Cosa spinge costo della vita? Perché, dollaro per dollaro, è un lavoro equivalente vale più di Detroit di Dallas?
Costi della vita sono guidati principalmente da alloggio, vitto e trasporti, tutte le spese che sono intensamente locale.
Demand Drives COSTO DELLA VITA
GD_AverageUrbanCostsLiving_Draft2_HelveticaFont (1)
La cosa più importante da ricordare quando si tratta di costo della vita è che la parte del leone delle spese attraversare solo alcuni parametri. Come misurato dal Bureau of Labor Statistics , l'alloggio è di gran lunga il più grande, che occupa 30 a 42 per cento del budget medio delle famiglie. Per gli abitanti delle città, che stimasi aggira attorno al 40 per cento del reddito.
Il cibo mangia un altro 15 per cento, e il trasporto 15 più dopo. Queste tre categorie da soli rappresentano la supermaggioranza di spesa di una famiglia media, ma è importante ricordare esattamente come variabile questi numeri possono essere. Essi possono salire e scendere, a volte drammaticamente, in base al codice postale.
Per avere un senso per questo, un buon punto di partenza è regionale parità di prezzo.
La RPP è una statistica assemblati dal Bureau of Economic Analysis. Esso misura le differenze di prezzo tra gli stati e le città hanno espresso rispetto ad una linea di base nazionale del 100 per cento. Il diagramma di stato per stato in figura 2, tratto da questa pubblicazione , dimostra quanto ampiamente i prezzi possono oscillare, prendendo un bilancio familiare per il lungo viaggio.
Figure2_RegionalPriceParity
Fonte: Bureau of Economic Analysis
Per esempio, mentre i prezzi cadono in città come Danville, IL (un mero 81 per cento della media nazionale), a San Jose, CA si librano (beni e servizi costano 122,9 per cento della linea di base).
Il risultato di questa variabilità è rendere costo della vita altamente vulnerabili alle pressioni locali. Allo stesso tempo, in quanto i prezzi oscillare ampiamente tra diverse città, il budget medio è al capriccio di appena due o tre grandi spese. Questo significa che le famiglie non possono appianare le aberrazioni in un intero foglio di calcolo. Dove una spesa periferico, come affitto, potrebbe mediare in un bilancio con una dozzina altrettanto importanti linee-voci, quando i numeri sono così drammaticamente ponderati una singola fluttuazione dei prezzi dominerà.
Un atto d'equilibratura demand-driven
"Housing è la più grande spesa in termini di costo di una famiglia di vita", ha sottolineato Diana Elliott, ricercatore associato senior con l'Urban Institute. "[E] penso che sia importante tenere a mente che l'accessibilità è basato sul reddito che una famiglia ha così come le spese di affitto."
Costo della vita, Elliott ha detto, sono esperti molto ampiamente. Per qualcuno che vive in alto reddito quintile affitto raramente occupare più di un quarto del bilancio familiare (se anche questo). Le spese in percentuale dei guadagni sono di gran lunga inferiori e tale quota è molto più disponibile di quanto non sarebbe, ad esempio, per chi guadagna meno di 40.000 $ all'anno.
Questo ha l'effetto di rendere alcune comunità molto più conveniente per alcune persone rispetto ad altri, ma ha anche un enorme impatto su quanto proprietari e negozi possono caricare. In parole povere, essenziali sono molto sensibili alla domanda e all'offerta. (Mettere ancora più semplicemente, i proprietari spesso pagare ciò che la gente può pagare.)
"I costi della vita dipendono così tanto su ciò che i residenti stessi hanno in termini di reddito", ha detto Elliott.
"Prendete, per esempio, un settore come San Francisco," ha detto. "Molte persone guardano a San Francisco e il punto di aumento dei prezzi delle case. Certamente quello che hai c'è questo forte domanda da parte di persone con redditi molto alti, in modo da avere una circostanza con persone che sono disposti a pagare di più per vivere in città ".
Al contrario, ha continuato, confrontare Flint, Michigan. Una comunità a basso reddito, è in cima alla lista delle città dove gli affittuari pagano una proporzione grande quantità del loro reddito in affitto. Ma i prezzi obiettivo sono in realtà molto bassi perché hanno regolato per ciò che la comunità può permettersi.
Per un esempio di quanto rapidamente questo equilibrio può spostare guardare oltre North Dakota. Sulla scia del boom petrolifero dello stato molte comunità hanno visto il prezzo di affitto e cibo salire, come popolazione e della ricchezza improvvisamente ampliati più velocemente di quanto l'infrastruttura locale poteva tenere il passo. I prezzi si muovevano con i soldi.
L'asporto non è che l'aumento dei redditi sono un universale negativo, ma piuttosto che il reddito, infrastrutture e costi della vita sono tutti impostati uno contro l'altro.
Trovare la comunità giusta, economicamente, è di circa un armonico equilibrio tra opportunità e la spesa. E 'per questo Jonesboro, AK con la sua RPP del 82 per cento non ha fatto Glassdoor di analisi recente e Minneapolis, con la sua RPP di 102,6, ha fatto.
I prezzi potrebbero essere più alto di Minneapolis, ma lo sono anche i redditi, e che il contrasto è ciò che determina la quantità di prendere i lavoratori a casa a pagamento continuano.
Costi locali della vita si basano su un atto di bilanciamento. Fino a quando una comunità può continuare a crescere l'offerta di alloggio, vitto e trasporti al passo con capacità di spesa di sua popolazione, le cose rimarranno relativamente stabili. E 'un delicato equilibrio, però. Se la popolazione cresce più rapidamente del mercato in grado di tenere il passo, i prezzi saliranno in risposta alla riduzione dell'offerta relativa. I prezzi fanno lo stesso in risposta alla ricchezza come sviluppatori e rivenditori fretta di catturare i dollari appena disponibili con la produzione di materie prime di valore più elevato.
Come Elliott ha sottolineato, questo spesso può lasciare le famiglie a basso reddito in cattive acque. Quando c'è un grande mercato di denaro per catturare i residenti a basso reddito sono la prima ignorato a favore di progetti che hanno margini di profitto più elevati, tali condomini di lusso e un Whole Foods.
Funziona in entrambe le direzioni. Come il denaro e la popolazione di evacuare un costo di comunità di caduta vivente. L'affitto è spesso particolarmente vulnerabili a questa; a causa della natura a lungo termine della costruzione e gestione di un immobile i costi fissi del mercato del noleggio sono molto più variabili di quanto la maggior parte degli altri elementi essenziali. Un proprietario può mostrare una maggiore flessibilità rispetto, ad esempio, un droghiere che ha il limite inferiore della quantità che chilo di patate costa produrre.
Per presepe il vecchio detto, ci vuole un villaggio per impostare il costo della vita.

Leggere in del browser »

Glassdoor Economic Research

Copyright © 2016 Glassdoor, Tutti i diritti riservati.
il nostro indirizzo di posta é:
Porta di vetro
100 Shoreline Hwy
Mill Valley, CA 94941

4 agosto 2016

MILANO IN AGOSTO...

MILANO IN AGOSTO...


Agosto, come consuetudine nel ricordo dell’era industriale e della logica vacanziera scolastica Milano si svuota offrendo ai  nel confronto con altre città i pochi turisti coinvolti da un fascino che valorizza essenzialmente la Cattedrale.  Nel frattempo  Dublino viene  consolidata  quale Silicon Vallley Europea, mentre per la scienza/ medicina/farmaceutica/genetica la leadership corre tra Monaco, Zurigo e Barcellona. facendo scadere le chiacchiere sull'area ex EXPO quale presidio di eccellenza europeo all'ombra del “Cupolone”.
La situazione certamente non migliora con l’altro fantasioso progetto della Borsa quale centro sostitutivo di Londra,  visto il ritardo nell'applicazione di quelle scienze collegate alla comunicazione dei dati. L’obsoleto il posizionamento del nostro paese si classifica  tra i più corrotti e con meno trasparenza, il che sarebbe come dire che la finanza andrebbe a collocarsi presso una borsa secondaria  motivata per il suo grado di corruzione e poca trasparenza! La conseguenza è che farebbe  cadere nello sconforto e panico tutto il Nord Europa già stressato causa debito made in Italy dal possibile effetto domino  della Francia e della Germania! 
Non parliamo poi del  sistema di trasporto che,  non si chiede sperimentazioni come il Transit Elevated Bus, che ha già intrapreso il suo servizio in Cina,  ma almeno un coordinamento della zona C con un intervento decisivo per bloccare l’esagerato ’inquinamento che assilla la Città, mentre la cacca dei  cani inonda i marciapiedi in attesa della pioggia pulitrice sponsorizzata ANSA!:
Certo una parte della popolazione sta meglio, si vedono che c’è benessere nella movida anche se non si sa da dove provengano i soldi,  mentre non si vede l’’impoverimento della maggioranza dei cittadini e la crescita del costo della vita che vede i pomodori perini da sugo che l’anno scorso costavano 0,70 oggi costare 1,70 € come se le pensioni da 700 fossero state rivalutate 1,700€!
La questione casa resta un altro punto dolente per tutti, chi ha una casa da affittare non riesce a guadagnare sufficientemente per compensare l’investimento considerando la decadimento dell’immobile le varie spese, il rischio, e le varie tasse, mentre chi lo affitta non guadagna a sufficienza per pagare l’affitto. Certo poi ci sono le eccezioni ma la marea è questa.
Per ora stiamo tranquilli, i vari poteri sono in vacanza e al loro rientro ben riposati e rifocillati saranno attenti a proseguire la loro lotta contro i meno fortunati realizzandosi e auto compiacendosi  dando così senso alla loro lussuosa esistenza di necrofagi del popolo Italiano.
L’unico speranza che possiamo avere è che restino in vacanza e non rientrino più!

Sosteniamo l’imparzialità della battaglia politica perché il libero accesso ai farmaci cannabinoidi sia reso effettivo, sia attraverso un accesso immediato e gratuito ai farmaci, sia attraverso la regolamentazione dell'"autocoltivazione", cioè della coltivazione ai fini esclusivi di utilizzo terapeutico da parte del paziente-coltivatore. – La battaglia sostenuta anche dalla associazione Luca Coscioni merita tutta l’adesione necessaria per la battaglia che sta conducendo e abbia il sostegno e l’apprezzamento di tutti i cittadini.

Ormai nessuno in buona fede può negare la ragione e l’esattezza di questa battaglia per riappropriarci dei nostri diritti violati in nome di un perbenismo di facciata che nasconde la paura che altre fonti di guadagno potenzialmente concorrenziali possano subire un calo delle vendite..


Approfondimenti: :